Giorno n. 18

Genesi 1:26-27

Poi Dio disse: «Facciamo l’uomo a nostra immagine, conforme alla nostra somiglianza, e abbiano dominio sui pesci del mare, sugli uccelli del cielo, sul bestiame, su tutta la terra e su tutti i rettili che strisciano sulla terra». Dio creò l’uomo a sua immagine; lo creò a immagine di Dio; li creò maschio e femmina.

Michea 6:8

O uomo, egli ti ha fatto conoscere ciò che è bene; che altro richiede da te il Signore, se non che tu pratichi la giustizia, che tu ami la misericordia e cammini umilmente con il tuo Dio?

Levitico 19:33-34

Quando qualche straniero abiterà con voi nel vostro paese, non gli farete torto. Tratterete lo straniero, che abita fra voi, come chi è nato fra voi; tu lo amerai come te stesso; poiché anche voi foste stranieri nel paese d’Egitto. Io sono il Signore vostro Dio.

Ecclesiaste 4:1

Mi sono messo poi a considerare tutte le oppressioni che si commettono sotto il sole; ed ecco, le lacrime degli oppressi, i quali non hanno chi li consoli; da parte dei loro oppressori c’è la violenza, mentre quelli non hanno chi li consoli.

Salmo 23:4

Quand’anche camminassi nella valle dell’ombra della morte, io non temerei alcun male, perché tu sei con me; il tuo bastone e la tua verga mi danno sicurezza.

Matteo 11:28

[Gesù disse:] Venite a me, voi tutti che siete affaticati e oppressi, e io vi darò riposo.

Giacomo 3:17-18

La saggezza che viene dall’alto anzitutto è pura; poi pacifica, mite, conciliante, piena di misericordia e di buoni frutti, imparziale, senza ipocrisia. Il frutto della giustizia si semina nella pace per coloro che si adoperano per la pace.

Preghiamo:

  • che gli abitanti dei paesi senza o con pochi diritti umani siano consolati, e che questi diritti siano stabiliti secondo la volontà di Dio.
  • che gli operatori dei diritti umani siano protetti ed efficaci nello svolgere il loro incarico.
  • che i consigli europei abbiano saggezza nelle loro relazioni diplomatiche con le nazioni.
  • che dove la libertà prende radice, lì si diffonda anche il vangelo.
  • di poter riconoscere il dono della nostra libertà in Cristo, e di testimoniare lui che è venuto per rimettere in libertà gli oppressi.