Giorno n. 28

2 Samuele 22:2-7

«Il Signore è la mia rocca, la mia fortezza, il mio liberatore; il mio Dio, la mia rupe in cui mi rifugio, il mio scudo, il mio potente salvatore, il mio alto rifugio, il mio asilo. O mio salvatore, tu mi salvi dalla violenza! Io invocai il Signore, che è degno di ogni lode, e fui salvato dai miei nemici. Le onde della morte mi avevano circondato e i torrenti della distruzione mi avevano spaventato. I legami del soggiorno dei morti mi avevano attorniato, i lacci della morte mi avevano sorpreso. Nella mia angoscia invocai il Signore, gridai al mio Dio. Egli udì la mia voce dal suo tempio. Il mio grido giunse ai suoi orecchi.

Salmo 11:2-7

Poiché, ecco, gli empi tendono l’arco,
aggiustano le loro frecce sulla corda
per tirarle nell’oscurità contro i retti di cuore.
Quando le fondamenta sono rovinate,
che cosa può fare il giusto?
Il Signore è nel suo tempio santo;
il Signore ha il suo trono nei cieli;
i suoi occhi vedono,
le sue pupille scrutano i figli degli uomini.
Il Signore scruta il giusto,
ma detesta l’empio e colui che ama la violenza.
Egli farà piovere sull’empio carboni accesi;
zolfo e vento infuocato sarà il contenuto del loro calice.
Poiché il Signore è giusto; egli ama la giustizia;
gli uomini retti contempleranno il suo volto.

Efesini 4:17-24

Questo dunque io dico e attesto nel Signore: non comportatevi più come si comportano i pagani nella vanità dei loro pensieri, con l’intelligenza ottenebrata, estranei alla vita di Dio, a motivo dell’ignoranza che è in loro, a motivo dell’indurimento del loro cuore. Essi, avendo perduto ogni sentimento, si sono abbandonati alla dissolutezza, fino a commettere ogni specie di impurità con avidità insaziabile. Ma voi non è così che avete imparato a conoscere Cristo. Se pure gli avete dato ascolto e in lui siete stati istruiti secondo la verità che è in Gesù, avete imparato per quanto concerne la vostra condotta di prima a spogliarvi del vecchio uomo che si corrompe seguendo le passioni ingannatrici; a essere invece rinnovati nello spirito della vostra mente e a rivestire l’uomo nuovo che è creato a immagine di Dio nella giustizia e nella santità che procedono dalla verità.

Preghiamo:

  • contro quelli che commettono violenze, spacciano la droga, e corrompono la società.
  • per tutte le vittime delle mafie, chiedendo la forza di continuare a lottare contro la corruzione. Vedi il libro di Mauro Esposito.
  • che i trafficanti facciano degli errori, siano colti in flagrante, e le vittime liberate e guarite corpo e anima.
  • che gli operatori cristiani impegnati a liberare gli esseri umani trafficati siano protetti e circospetti nella loro missione.
  • che le forze dell’ordine trovino modi sempre più efficaci per combattere le piaghe della droga e delle mafie.