Giorno n. 5

Salmo 2:1-6, 11-12

Perché questo tumulto fra le nazioni,
e perché meditano i popoli cose vane?
I re della terra si danno convegno
e i prìncipi congiurano insieme
contro il Signore e contro il suo Unto, dicendo:
«Spezziamo i loro legami
e liberiamoci dalle loro catene».
Colui che siede nei cieli ne riderà;
il Signore si farà beffe di loro.
Egli parlerà loro nella sua ira
e nel suo furore li renderà smarriti:
«Sono io», dirà, «che ho stabilito il mio re
sopra Sion, il mio monte santo».
(...)
Servite il Signore con timore
e gioite con tremore.
Rendete omaggio al figlio, affinché il Signore non si adiri
e voi non periate nella vostra via,
perché improvvisa l’ira sua potrebbe divampare.
Beati tutti quelli che confidano in lui!

Romani 13:1-7

Ogni persona stia sottomessa alle autorità superiori; perché non vi è autorità se non da Dio, e quelle che esistono sono stabilite da Dio. Perciò chi resiste all’autorità si oppone all’ordine di Dio; quelli che vi si oppongono si attireranno addosso una condanna; infatti i magistrati non sono da temere per le opere buone, ma per le cattive. Tu, non vuoi temere l’autorità? Fa’ il bene e avrai la sua approvazione, perché il magistrato è un ministro di Dio per il tuo bene; ma se fai il male, temi, perché egli non porta la spada invano; infatti è un ministro di Dio per infliggere una giusta punizione a chi fa il male. Perciò è necessario stare sottomessi, non soltanto per timore della punizione, ma anche per motivo di coscienza.

È anche per questa ragione che voi pagate le imposte, perché essi, che sono costantemente dediti a questa funzione, sono ministri di Dio. Rendete [dunque] a ciascuno quel che gli è dovuto: l’imposta a chi è dovuta l’imposta, la tassa a chi la tassa; il timore a chi il timore, l’onore a chi l’onore.

1 Timoteo 2:1-4

Esorto dunque, prima di ogni altra cosa, che si facciano suppliche, preghiere, intercessioni, ringraziamenti per tutti gli uomini, per i re e per tutti quelli che sono costituiti in autorità, affinché possiamo condurre una vita tranquilla e quieta in tutta pietà e dignità. Questo è buono e gradito davanti a Dio, nostro Salvatore, il quale vuole che tutti gli uomini siano salvati e vengano alla conoscenza della verità.

Preghiamo:

  • che i funzionari eletti si comportino in modo saggio riguardante la pandemia di COVID-19.
  • che i votanti siano svegli e responsabili nel votare.
  • che i funzionari eletti siano protetti dalle tentazioni di potere che corrompono.
  • che i funzionari eletti in preda al maligno siano scoperti e rendano conto di se stessi.
  • che il Signore ristabilisca l’ordine pubblico dove ci sono instabilità  e oppressione.
  • che i poteri sulla terra smettano di congiurare contro il Signore e contro il suo popolo.